Tecniche base per la costruzione dei Cocktail

Tecniche base per la costruzione dei Cocktail

Per la preparazione di un cocktail in maniera corretta è bene sapere quando e quali tecniche base per la costruzione dei Cocktails.

A seconda di quali e quanti ingredienti andiamo a miscelare, in base alla temperatura di servizio, seguendo regole e dettami storici che sono giunti fino a noi grazie a libri e passaparola, ogni drink avrà un suo metodo di costruzione.

INDICE Tecniche base per la costruzione dei Cocktail

Di seguito elenchiamo e descriviamo brevemente, quelli più diffusi e quelli che io ritengo debbano essere bagaglio culturale e tecnico per qualsiasi barman.

INDICE

Tecniche base per la costruzione dei Cocktail Neat

NEAT
è la tecnica più semplice, ci permette di versare direttamente nel bicchiere di servizio il prodotto scelto, e servirlo (es: amari, grappe ecc..ecc…)

Ecco cosa ti serve per esercitarti con questa tecnica:

Tecniche base per la costruzione dei Cocktail Neat

Per tornare all’indice delle tecniche base –> CLICCA QUI

Tecniche base per la costruzione dei Drink cocktail tecnica Build

BUILD
Tecnica semplice e veloce, ci permette di costruire il nostro drink direttamente nel bicchiere di servizio utilizzando ingredienti di semplice amalgama.

Ecco cosa ti serve per esercitarti con questa tecnica:

Tecniche base per la costruzione dei Drink cocktail tecnica Build

Per tornare all’indice delle tecniche base –> CLICCA QUI

Tecniche base per la costruzione dei Drink cocktail tecnica Shake and Strain

SHAKE&STRAIN
Tecnica che usiamo per ingredienti di amalgama più complessa, anche frutta, spezie ecc…che necessitano di una shakerata vigorosa per mescolarsi bene tra loro, creando così una “textura” omogenea ed uniforme che durerà per tutta la bevuta del cocktail.

Ecco cosa ti serve per esercitarti con questa tecnica:

 Shake and Strain
Per tornare all’indice delle tecniche base –> CLICCA QUI

Tecniche base Stir and Strain

STIR&STRAIN
Tecnica utilizzata per mescolare gli ingredienti di facile amalgama nel mixing glass con l’ausilio del bar spoon, per dar vita ad una leggera mixata, generalmente questa tecnica produce un annacquamento del drink cui bisogna tener presente nel dosaggio degli ingredienti e nel risultato gustativo finale.

Ecco cosa ti serve per esercitarti con questa tecnica:

Tecniche base per la costruzione dei Drink cocktail tecnica Stir and Strain
Per tornare all’indice delle tecniche base –> CLICCA QUI

Dry Shake

DRY SHAKE 
Shakerata senza ghiaccio che si utilizza quando il drink contiene panna, albume ecc.. così da emulsionare queste sostanze e procedere poi, qualora fosse il caso, ad una shakerata con ghiaccio.

Ecco cosa ti serve per esercitarti con questa tecnica:

Tecniche base per la costruzione dei Drink cocktail tecnica Dry Shake

Per tornare all’indice delle tecniche base –> CLICCA QUI

Tecniche base per la costruzione dei Drink cocktail tecnica Muddler

MUDDLER
 La Tecnica Muddler prende il nome dall’attrezzo con cui si fanno questi cocktail, il muddler (pestello) appunto. Si usa per creare quei drink dove si usano pezzi di frutta che vengono pestati sul fondo del bicchiere o dello shaker affinchè se ne estraggano i succhi, la polpa e gli oli essenziali.

Ecco cosa ti serve per esercitarti con questa tecnica:

Muddler

Per tornare all’indice delle tecniche base –> CLICCA QUI

Rolling

ROLLING
Tecnica di miscelazione che consiste nell’utilizzo di due shaker, l’uno col ghiaccio l’altro senza, per mantenere intatta la struttura di alcuni ingredienti come liquori succhi ecc… Si versa dall’alto la miscela, dallo shaker con ghiaccio allo shaker senza ghiaccio, più e più volte finché non si ottiene l’amalgama desiderata, che sarà morbida, fredda e poco annacquata.

Ecco cosa ti serve per esercitarti con questa tecnica:

Rolling

Per tornare all’indice delle tecniche base –> CLICCA QUI

BLEND: tecnica che prevede l’utilizzo del blender per sminuzzare ingredienti solidi e ghiaccio, ottenendo cosi i cocktail frozen o le puree fresche di frutta.
Per tornare all’indice delle tecniche base –> CLICCA QUI

SWIZZLE: per questa tecnica è consigliabile usare uno speciale bastoncino di legno con punte divergenti, stringendolo tra i palmi delle mani e facendoli strisciare tra loro, creando un movimento circolare dello swizzle che permette di mescolare gli ingredienti versati nel bicchiere spesso colmo di ghiaccio tritato.
Per tornare all’indice delle tecniche base –> CLICCA QUI

MIX: tecnica che prevede l’utilizzo di un mixer per emulsionare gli ingredienti, ottenendo un risultato fresco e non ghiacciato, verseremo poi il composto nel bicchiere di servizio colmo di ghiaccio asciutto.
Per tornare all’indice delle tecniche base –> CLICCA QUI

I nostri canali social ufficiali. SEGUICI 🐔
👉 Facebook
👉 Instagram
👉 Youtube