Pisco Sour Cocktail: Ricetta e Preparazione

Pisco Sour Cocktail: Ricetta e Preparazione

PISCO SOUR

1 1/2 oz PISCO PERUVIANO

1/4 oz SCIROPPO ZUCCHERO

1 oz LIME

1/2 oz ALBUME

3 Dash AMARGO CHUNCO

BICCHIERE: COUPETTE

METODO: SHAKE & STRAIN

GUARNIZIONE: SCORZA LIME

IL NECESSARIO

Puoi creare anche tu un cocktail buono come quello fatto da Gean! Potrai offrirlo ai tuoi amici, oppure condividerlo con la tua dolce metà. Servono pero’ tutti gli ingredienti giusti, e gli strumenti del bartender.

Seguendo i link qui sotto potrete comprare comodamente da Amazon tutto il necessario per realizzare questo cocktail.

Bicchiere

Bottiglie

Strumenti

STORIA

Il Pisco è un distillato di mosto di vino la cui paternità è vittima di continue dispute tra i due stati produttori per eccellenza, il Cile ed il Perù.

Seppure chiamato con lo stesso nome, le produzioni di Pisco dei due stati hanno nette ed importanti differenze, sia in termini di procedimenti produttivi, sia di materia prima, sia per le regole di invecchiamento, per non parlare poi della distillazione totalmente differente tra i due prodotti, quello cileno prevede una distillazione in continuo con colonne di rettifica, mentre quello peruviano si concede come tale solo se distillato in discontinuo, tra l’altro in alambicchi di piccola capacità.

Altra differenza notevole è che il Mosto verde peruviano è l’unico prodotto che utilizza un mosto non del tutto fermentato, in cui il residuo zuccherino è ancora presente, viceversa la quasi totalità dei prodotti distillati lavora con una materia prima in cui il lavoro dei saccharomyces è già completato.

piante uva pisco
pisco PERUVIANO

A dire il vero è probabile che l’annosa disputa tra i due stati si concluda (chissà quando…) a favore del Perù in quanto ha molti più documenti per attestare la paternità, troviamo carte geografiche dove viene evidenziata, su suolo Peruviano, la città di Pisco fondata intorno al 1500, inoltre troviamo documenti relativi al lavoro dei piscos, maestri vasai che producevano i vasi in terracotta dove il mosto d’uva veniva messo a fermentare e chiamati, per l’appunto, piscos, Inoltre nel 1990 poi, il Perù, ha deciso di creare un DOC per regolamentare e tutelare il prodotto nazionale. 

Per quanto riguarda il Cile, invece, il legame col Pisco è strettamente legato alle civiltà Inca ed alla colonizzazione spagnola, che portò il sapere della distillazione e si creò un prodotto nato dall’unione della conoscenza tecnica spagnola e la “chicha”, bevanda tipica di queste regioni che utilizzava come materia prima il mais, bevuta principalmente durante i riti religiosi dai sacerdoti per raggiungere uno stato di ubriachezza ritenuto necessario per mettersi in contatto con le divinità.

Nella seconda metà del 1500 le piantagioni di uva portata dagli spagnoli iniziarono a crescere notevolmente, grazie ad un terreno fertile, grasso e molto ricco di nutrienti, così ben presto l’uva sostituì il mais e si iniziò a produrre una bevanda distillata partendo dal mosto d’uva. 

Una curiosità legata al Pisco è la sua produzione legata all’utilizzo di uve aromatiche a bacca grigia o nera, al contrario, ad esempio, di Cognac ed Armagnac che utilizzano in prevalenza vitigni a bacca bianca (ugni blanc, trebbiani, colombard e folle blanc).

Il Pisco “Acholado” è quello utilizzato per creare il Pisco sour il drink più famoso del Sudamerica. Il cocktail nasce nel 1921 ad opera del barman californiano Victor Morris, che lavorara presso il Morris bar di Lima, che volle portare al Sud la tradizione tipicamente inglese dei Sour mix.

città lima in perù
lima, perù

Morris aveva intuito le potenzialità economiche legate all’immigrazione dall’Europa verso il Sudamerica e volle creare un posto di classe e dai toni tipicamente inglesi dove la nuova classe dirigente potesse bere cocktail come uso fare nel vecchio continente. Alcuni studiosi pensano che in origine il drink nascesse come Pisco Punch, ma Miller volle rendere maggiormente “elegante” la beva del distillato, declinandolo in un sour, altri storici affermano che in realtà il Barman “twistò” un drink che si beveva a Lima presso la plaza de toros, creato con succo di limone e Pisco.

Qualunque sia la verità oggi il pisco sour è uno dei maggiori esponenti dell’identita sudamericana nel mondo del bartending, presente nelle drink list dei bar di tutti i continenti pertanto, caro Morris, comunque sia andata noi di Italianbartender insieme con tutto Mondo della miscelazione ti ringraziamo per il tuo lascito!

Cheers! 

Michelangelo 

pisco sour
pisco sour