James Bond e il Vesper

James Bond e il Vesper
james bond disegno 007

Noi tutti conosciamo l’agente segreto più famoso al Mondo, James Bond, creato da Ian Fleming e consegnato ai posteri come uno degli uomini più eleganti, eclettici ed affascinanti di sempre.

Noi tutti conosciamo anche cosa era solito bere Bond, un Vesper Martini, agitato, non mescolato!

Cerchiamo ora di capire dove nasce questo drink e come Fleming abbia avuto l’intuizione per crearlo e dargli questo nome.

La prima volta che James Bond ordina un vesper martini è nell’episodio “Casino Royale” pubblicato nel 1953; qui, Bond, nel capitolo settimo, spiega al barman del Casino esattamente come vuole il suo drink: “in una profonda coppa da Champagne, tre misure di Gordon’s, una misura di Vodka e mezza misura di kina lillet (oggi lillet blanc), agitato molto bene fino a quando le pareti dello shaker non siano ghiacciate, guarnire con una larga scorza di limone”

Una volta fatto Bond si complimenta col barman, ma gli dice che sarebbe stato meglio se avesse usato una vodka di grano; inoltre James spiega al suo collega della CIA, Felix Leiter, il suo drink, dicendo che non appena avesse trovato un nome lo avrebbe codificato e brevettato.

Nel capitolo successivo Bond incontra Vesper Lynd e quando questa gli spiega come mai i suoi genitori l’avessero chiamata così, James le chiede se avesse potuto usare il suo nome per il drink.

Questo è quanto ci consegnano le pagine del libro, ma dov’è andato a prendere un vesper martini Ian Fleming? Fu una sua creazione oppure era già diffuso un drink simile al tempo?

ian fleming, il padre di james bond
Ian Fleming [immagine da: Wikipedia]

Durante i suoi soggiorni londinesi Fleming era solito frequentare il Dukes Bar dove i martini e la vodka erano diventati di moda visto il successo di quest’ultima in quegli anni, soprattutto grazie a clienti Americani che portavano con se esperienze di vodka craze di quegli  anni.

Perfino il sito internet del Dukes Hotel riporta che il suo cocktail bar ispirò il drink tanto caro a James Bond.

In realtà alcuni fatti a noi arrivati ed alcune vicissitudini mai verificate rendono questa storia solo una leggenda, vero è che Fleming conobbe in questo bar questo tipo di cocktail anch’esso divenuto famoso al Dukes grazie all’arrivo del barman italiano Salvatore Calabrese, ben trent’anni dopo la stesura del romanzo.

Ma dove prese forma il drink come lo conosciamo oggi? E perché decise di chiamarlo Vesper?

Durante l’inverno Fleming era solito trasferirsi nella sua tenuta Jamaicana di Goldeneye, dove agli amici in visita era solito servire un drink a base di rum chiamato Vespers, non sappiamo se il drink fosse una sua creazione o l’avesse scoperto sull’isola, quello che è certo è che il nome ha retroscena ancora più intriganti che ben si sposano con le vicissitudini dell’agente segreto. Difatti Fleming durante la seconda guerra mondiale fu reclutato dall’ammiraglio John Godfrey come suo assistente personale e durante questa esperienza nell’intelligence conobbe una degli agenti segreti più famosi che operavano dietro le linee nemiche, tale Christine Granville, nata in Polonia come Krystyna Skarbek e che durante i suoi anni di servizio per la SOE abbe diversi nomi in codice, uno dei quali fu “Vesperale” ,abbiamo inoltre notizie di una relazione tra Fleming e Christine, pertanto è plausibile che il nome Vesper fu scelto in onore dell’agente, e divenne poi Vesper Lynd nel romanzo.

LILLET BLANC O KINA LILLET? AGITATO NON MESCOLATO!

In realtà sono la stessa cosa, o meglio, il primo è un’evoluzione naturale del Kina Lillet originale in quanto nel 1986 il quantitativo di chinino inserito nel vino fu ridotto drasticamente per motivi commerciali, facendo perdere l’appellativo di “kina” sostituito dal semplice “Blanc”. Oggi se volessimo riprodurre l’originale vesper martini dovremmo lasciare in macerazione nel Lillet Blanc del chinino in polvere per qualche tempo, affinchè riacquisti il suo potere amaricante così peculiare.

Inoltre Bond beve il Vesper agitato, sappiamo tutti che la trasparenza e l’effetto velluto dato da una buona stirrata si sposano perfettamente col tipo di drink, ma suvvia è James Bond, lui può tutto!

I nostri canali social ufficiali. SEGUICI 🐔
👉 Facebook
👉 Instagram
👉 Youtube