IL GIN - Parte 1

IL GIN - Parte 1
bicchiere gin tonic

COS’E’: il gin è un distillato di cereali generalmente incolore nel quale vengono messe in infusione o macerazione miscele di erbe e spezie che andranno a caratterizzarne il profumo ed il gusto, tra le botaniche presenti le bacche di ginepro sono le protagoniste per quantità.

UN PO DI STORIA: eccoci a parlare di uno dei distillati che più di ogni altro ha influenzato positivamente e negativamente la vita europea a partire dal 1500, il GIN.

Nel 1300 l’epidemia di peste bubbonica uccise almeno un terzo della popolazione continentale, per combattere la diffusione della “morte nera”, come venne chiamata l’epidemia, si ricorreva all’utilizzo delle bacche di ginepro in quanto un credo popolare voleva che queste aiutassero a prevenire il contagio date le sue proprietà antisettiche per le vie urinarie e respiratorie, in realtà nulla poteva contro la peste se non agire come deterrente contro il ratto norvegico, veicolo principale del contagio e arrivato in Europa tramite le navi mercantili provenienti da oriente.

Ma cosa hanno in comune il ginepro ed il protagonista del nostro articolo? Ebbene la parola GIN deriva proprio da ginepro, ed il “nonno” del nostro gin è il Genever…ma andiamo con ordine…

A partire dal 1400 si diffusero i primi distillati di vino ed Olanda, Belgio e Fiandre si distinsero per la produzione di quello che sarà poi conosciuto come Brandy; ben presto ai mosti destinati alla distillazione cominciarono ad aggiungersi le bacche di ginepro ed altre botaniche per nascondere i sentori della fermentazione e di una distillazione che al tempo era ancora molto grezza e poco perfezionata. In Olanda si affermò il Genever, antesignano del moderno Gin della cui invenzione viene accreditato il Dottor Sylvius De Bouwe un medico considerato un luminare nel campo della distillazione, già professore presso l’università olandese di Leyden.

I paesi bassi sono ancora protagonisti, agli inizi del 1600 quando la guerra dei trent’anni  vide contrapporsi i soldati olandesi e quelli spagnoli per l’infinita questione religiosa tra cattolici e protestanti; la regina Elisabetta d’Inghilterra decise di mandare a supporto delle truppe olandesi i soldati inglesi, i quali, una volta tornati in patria al termine del conflitto nel 1648, riportarono di una bevanda che gli olandesi bevevano prima di scendere in battaglia e capace di dare alle truppe quello che venne descritto come Dutch Courage. Si trattava sicuramente di Genever, ormai diffuso in Olanda, e portato in patria dai soldati inglesi, facendo avvicinare l’impero inglese verso questo distillato.

La diffusione e la popolarità che la nuova “scoperta alcolica” portò in Inghilterra fu tale che per l’impero iniziò così un periodo buio chiamato “GIN CRAZE”

ubriaco con gin in mano

Vediamo nel dettaglio di cosa si trattò e come questo fenomeno rischiò di far crollare L’impero inglese a cavallo del XVII e XVIII sec.

Nel decennio successivo all’inizio del conflitto in Inghilterra cominciò ad arrivare il genever, così nel 1638 nacque a londra la “Worshipful Company of Distillers”, prima società produttrice di distillati che si garantì l’esclusività della distillazione fino a 21 miglia dai confini della città, dettò inoltre alcuni parametri per ottenere dei prodotti migliori, tra cui la necessità di una seconda distillazione per ottenere un risultato finale più puro e senza testa e coda della distillazione.

Sul trono inglese nel frattempo si susseguirono Re con discendenze olandesi, come Guglielmo d’Orange, che favorì l’importazione e la produzione di genever in terra inglese, al quale succedette il naturale erede Giacomo II che aveva però tendenze cattoliche così, dopo un iniziale esilio, il governo ed il parlamento inglesi optarono per una soluzione più estrema, facendolo giustiziare e appoggiando l’ascesa di Guglielmo III, che nutriva antipatie verso i francesi e sposava la fede protestante, tanto da stabilire un embargo sui prodotti di provenienza francese come vino e brandy.

Continua a leggere la seconda parte dell’articolo.

I nostri canali social ufficiali. SEGUICI 🐔
👉 Facebook
👉 Instagram
👉 Youtube