Distillerie Branca

Distillerie Branca

Ed eccoci qui, alla prima ufficiale di ITB 2.0, una visiti alla Branca.

si, ok la presentazione del nuovo corso, del nuovo mood, del nuovo locale, ma poi?? Dov’è la ciccia? Dove sono le novità promesse ed i video attesi?

Eccoli…o meglio eccoci.

7 novembre ITB e lo staff del Q.bo in “gita” presso una distilleria italiana, italianissima ed orgogliosissima (lei e noi) di esserlo, le DISTILLERIE BRANCA!

Per chi non lo sapesse la Branca affonda le sue radici in Milano nel 1845, grazie all’intuizione del farmacista Bernardino Branca, che grazie alla sua conoscenza di erbe officinali e toniche, mette a punto la ricetta di un amaro da commercializzare come rimedio medicamentoso, il FERNET-BRANCA. L’azienda da sempre si è distinta per la grande vena imprenditoriale del proprio  titolare, affiancato nel corso degli anni dai figli e dalla moglie, al cui arrivo contava 300 operai e 50 impiegati, numeri che valsero alla Branca un riconoscimento da parte del ministero dell’agricoltura e del commercio per essersi distinta particolarmente nelle esportazioni.

Esportazioni che anche oggi sono il fiore all’occhiello della distilleria, i grandi mercati mondiali  non possono fare a meno dei prodotti dell’azienda e paesi come Stati Uniti e, soprattutto, Argentina rappresentano i terreni più fertili per il commercio.

Al nostro arrivo ci accoglie Marco Ponzano personaggio davvero affascinante, trendy e modaiolo nell’aspetto, mai banale, non fa mancare tocchi colorati ed eccentrici al suo look,  al pari del suo modo di porsi e dialogare, davvero coinvolgente ed avvincente, come si addice ad un gran Cicerone, compito che esegue a meraviglia per tutta la durata della visita. Marco in realtà era un predestinato, suo padre lavorava nelle distillerie Branca e lui ne ha seguito le orme, porta con se ancora quell’affezione alle aziende storiche che solo i nostri nonni possono vantare e che difficilmente troviamo nei dipendenti d’oggi, e Branca per lui rappresenta molto più che un’azienda, si sente parte della famiglia e non fa nulla per nasconderlo.

Prima di occuparsi del MUSEO D’IMPRESA Branca, cosi come piace definirlo all’azienda stessa, Marco si occupava di pubblicità; vi ricordate la famosissima pubblicità del Brancamenta in cui da un blocco di ghiaccio viene creato un bicchiere e versato il liquore? Bhe una sua idea! E li, al museo, quel bicchiere c’è, davvero imperdibile!

branca menta spot tv

Ed il famosissimo slogan “sopra tutto un Fernet-Branca”? sempre farina del suo sacco, cosi come le decine di cartelloni e spot pubblicitari che adornano le sale del museo, tutte avvalorate da bottiglie Branca di tutte le epoche, di oggetti di scena ed anche di bottiglie della concorrenza, che spesso ha tentato di imitare il fernet branca…senza mai riuscirci, ovviamente! vedi foto sotto

imitazioni fernet branca

Avrete capito la caratura del personaggio che abbiamo davanti, e chi meglio di noi poteva apprezzarlo?? Bartender, hostess di sala, staff ITB, noi siamo presentati al gran completo!!

Il  “giro turistico” si svolgerà in oltre 1000 mq riservati al museo, si parte coi ritratti e le immagini dei fondatori, per poi svilupparsi in una suggestiva ricostruzione degli antichi laboratori erboristi con tanto di macchinari di produzione originali dell’epoca.  La parte più “tecnica” della visita ci permette di toccare con mano le linee di produzione delle grandi bottiglie dell’azienda, vedere quante e quali botaniche sono presenti nel fernet (sicuri che quelle esposte siano proprio tutte quelle presenti ??) e vedere come si crea il liquore al caffè borghetti, l’unico liquore al caffè ottenuto da vero caffè espresso, e quando ti trovi di fronte ad un macinino capace di 80 kg di miscela ed un contenitore da oltre 120 kg di residui di espresso, di certo non puoi dubitare che sia vero!

botaniche fernet branca

Continuiamo la visita dirigendoci verso i sotterranei dell’azienda, un vero e proprio labirinto che si snoda sotto la città di Milano, gli spazi sono così vasti che di alcuni non si vede la fine,  alcuni ambienti sono così alti da contenere enormi tini di acciaio per la maturazione dei prodotti, le botti da invecchiamento la fanno da padrona per i successivi corridoi, ce ne sono ovunque, scopriamo grazie a Marco che il numero si aggira intorno alle 500 unità, davvero magnifico, e se pensiamo che tutto questo si dipana nei sotterranei milanesi la cosa è davvero sbalorditiva!

botti fernet

Arriviamo poi da sua maestà, la botte da invecchiamento più grande d’Europa la “MagnaMater”, o grande madre, una botte di rovere risalente al 1888, dove riposa ed invecchia l’acquavite più pregiata della casa, trovarsi di fronte a questa magnificenza rende merito alla distilleria Branca e ne è al contempo simbolo incontrastato dell’azienda e testimonedi una superiorità artigianale italiana che  tutto il mondo ci invidia.

botte stravecchio branca

Siamo ormai alle battute finali del nostro percorso, ma prima è doveroso soffermarci in una sala dedicata alle degustazioni, alle prove di miscelazione e dove spesso si tengono eventi e masterclass, così non possiamo esimerci dall’assaggiare il mitico fernet branca, o assaporare uno dei pregiati vermouth Carpano (brand di proprietà dell’azienda milanese n.d.r.).

La visita si conclude coi saluti a Marco ed i dovuti ringraziamenti a lui ed alla famiglia Branca per averci ospitato, ed alla quale vanno i nostri complimenti per aver allestito un museo aziendale di pregevole fattura, testimone di un tempo ormai lontano di cui spesso ci dimentichiamo, ma di cui la distilleria Branca ne ha fatto patrimonio, per se e per noi tutti, di una cultura del lavoro antica, presente da sempre nella linfa famigliare Branca e che oggi viene portata avanti orgogliosamente da personaggi come Marco e tutto il personale di questa meravigliosa azienda, alla quale auguriamo di continuare a rappresentare il made in Italy nel Mondo come ha fatto per questi suoi primi 150 anni!

Grazie per questa visita alle distillerie branca, ve la consigliamo!

I nostri canali social ufficiali. SEGUICI
👉 Facebook
👉 Instagram
👉 Youtube