Blender

Blender
attrezzature bar: blender

Volete un drink frozen? un margarita? o preferite l’acidità di un buon daiquiri? come dite? niente alcool per voi? un bel frullato di frutta fresca per rinfrescarvi nelle calde giornate estive, oppure non potete fare a meno di un buon caffè freddo? magari un caffè freddo american style? per tutte queste richieste la risposta è solo una…..dovete avere un blender! Il blender è un frullatore ad elevatissima potenza indispensabile in tutti i bar e cocktail bar.

Non fate l’errore di prendere un “semplice” frullatore da casa. il blender deve avere della caratteristiche precise per svolgere al meglio il suo lavoro, analizziamo assieme come deve essere e di quali elementi si compone un blendere professionale.

Ad un primo sguardo potrebbe sembrare un semplice frullatore, ma ciò che fa la differenza è prima di tutto la potenza del motore, che deve assere almeno di 900/1000 w, l’ideale sarebbe trovare blender con potenze nell’ordine dei 3 Kw, pari a circa 4cv, per poter sminuzzare e tritare senza problemi ghiaccio e frutta congelata. Il motore è ospitato all’interno della base del blender, sopra la quale trova alloggio la campana che può essere in plastica, vetro o alluminio. In tutti i casi abbiamo pregi e difetti, dettati soprattutto dal tipo e quantità di lavoro che svolgete al bar. Sul fondo della campana troviamo le lame, tipicamente conformate come due U incrociate e rovesciate l’una sull’altra. alcuni blender hanno lame estraibili per facilitarne la pulizia.

Altro aspetto fondamentale è scegliere la giusta capacità della campana, calcolando che durante l’utilizzo non si deve mai riempire oltre i 3/4 della capienza, per evitare spiacevoli inconveniente al momento della frullata.

Aspetto un po dolente dei blender è il prezzo, quelli professionali vanno dai 500 fin oltre i 1300 euro.

Seguici sul nostro canale Youtube “Italian Bartender“, entra nel mondo della mixology!